Nuova appendice giudiziaria nell'inchiesta sulla morte di Sara Roncucci, la donna originaria di Borgo Podgora, deceduta a seguito delle complicazioni per una operazione a cui si era sottoposta di by pass gastrico. La donna di 31 anni era morta il 27 dicembre del 2016 dopo una lunga degenza e un vero e proprio tour in diversi ospedali: da Siena al Santa Maria Goretti di Latina fino a Bergamo. La Procura di Bergamo aveva chiesto l'archiviazione ma il gip del tribunale di Bergamo Bianca Maria Bianchi ha ritenuto la richiesta di archiviazione non condivisibile e ha fissato l'udienza in camera di consiglio che si svolgerà martedì 27 febbraio 2018. Erano stati 25 i medici finiti sotto inchiesta dopo che i familiari avevano presentato una denuncia. La Procura di Bergamo aveva deciso di archiviare al termine di una consulenza tecnica e non aveva ravvisato i margini per una incriminazione penale non accertando un nesso di causalità. Tra i 25 indagati a piede libero ci sono anche sette medici che prestano servizio al Santa Maria Goretti di Latina, gli altri professionisti finiti sotto inchiesta lavorano negli ospedali di SIena e Bergamo.