Si è concluso oggi (27 ottobre 2017), nel Tribunale di Velletri, il processo relativo a dei presunti raggiri messi a punto con le cooperative edilizie. In particolare, il giudice monocratico ha pronunciato la sua sentenza, condannando i quattro imputati a pene diverse fra loro, comprese fra i tre anni e 10 mesi e i due anni e due mesi. In più, è stato stabilito che i quattro debbano risarcire i danni subiti dalle 77 parti civili, da liquidarsi in un separato giudizio civile. 

Lo stesso giudice ha condannato i quattro imputati al pagamento delle spese processuali e di provvisionali, con quest'ultime quantificate - in totale - in 847.500 euro. 

Le accuse, a vario titolo, erano di truffa, appropriazione indebita ed esercizio abusivo dell'attività finanziaria.

Ampio servizio nell'edizione del 28 ottobre 2017 di Latina Oggi