Il terzo esperimento di gara è fissato per il 18 dicembre e il prezzo base è di 2 milioni e 560mila euro. In occasione degli altri due esperimenti di vendita dell'Hotel De La Ville l'esito era stato negativo per la mancata presentazione di offerte entro il termine stabilito. Il primo step che risale allo scorso 10 aprile partiva da 3 milioni e 200mila euro e anche il secondo dello scorso 12 giugno era andato deserto. Se a dicembre non ci saranno acquirenti, il prossimo appuntamento è fissato per il 19 febbraio alle 16,30 con il quarto esperimento di gara davanti al curatore fallimentare a Roma in piazza Bologna. Le offerte per rilevare la struttura ricettiva che si trova in via Scaravelli a Latina, in pieno centro dovranno essere presentate, come prevede la procedura entro le 12,30 del giorno precedente la data fissata. Il curatore ha sottolineato anche nell'istanza di vendita che l'immobile non è in regola con le misure relative alla prevenzione degli incendi come emerge da un verbale firmato dai vigili del fuoco di Latina e che risale al 29 gennaio del 2013 e con la normativa delle barriere architettoniche e difetta - aggiunge il curatore - anche di una serie di regolari titoli autorizzativi in merito ad una serie di opere realizzate e non condonate. Nell'udienza che si era svolta un mese fa, il legale della curatela aveva proceduto alla riassunzione del giudizio di opposizione allo sfratto davanti al Tribunale di Latina e alla fine il giudizio è stato rinviato al 16 febbraio del 2018 quando sarà assegnato ad un altro giudice.