Saranno indagini lunghe perché in casi come questi per sostenere un'accusa grave serviranno elementi certi. Stanno lavorando senza sosta gli investigatori dell'Arma del Reparto Territoriale di Aprilia e i colleghi del Nucleo investigativo di Latina che devono far luce sull'omicidio di Luca Palli, freddato a colpi di pistola nella serata di martedì scorso in centro.
Sarà un'indagine molto probabilmente lunga che muove, però, da un punto di partenza che sembra ingenerare un certo ottimismo negli ambienti inquirenti. Sono infatti i filmati delle telecamere di videosorveglianza al momento, l'elemento fondamentale di una inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Luigia Spinelli, che sembra aver ricevuto una collaborazione quasi ridotta all'osso. Lo confermano fonti vicine al Comando dell'Arma. C'è chi naturalmente ha fornito tutti gli elementi possibili, chi invece, ha reso necessario un lavoro di indagine più minuzioso. Nel frattempo oggi alle 15, presso la chiesa di San Pietro e Paolo, nel quartiere Primo, si terranno i funerali del 48enne (curati dall'agenzia Fantini Zanettini) che ieri avrebbe dovuto sposare l'amata compagna. Poi la tumulazione nel cimitero di Aprilia dove da tempo lavorava alle dipendenze dell'Asam