I carabinieri per la tutela della salute hanno riproposto nelle scorse settimane una vasta attività di controllo delle comunità alloggio per anziani, non solo nel capoluogo, ma anche nei comuni limitrofi che hanno portato alla chiusura di due strutture, principalmente per carenze di tipo amministrativo. Servizi che vengono portati a termine periodicamente dai militari del Nas e proseguiranno nei prossimi mesi.
Su impulso del nuovo comandante, il capitano Felice Egidio, i carabinieri hanno posto particolare attenzione alle strutture periferiche e in due casi, tra le case di riposo per anziani controllate, entrambi in comuni limitrofi al capoluogo, sono state riscontrate gravi irregolarità che hanno portato alla chiusura e all'emissione di sanzioni amministrative "pesanti".