Due ore sono state necessarie alla Corte d'Assise del Tribunale di Latina per emettere una sentenza di condanna a 14 anni di carcere a carico di Giovanni Zanoli, l'uomo accusato dell'omicidio volontario della madre 88enne, Rosa Grossi, trovata in fin di vita all'interno della sua abitazione in via Selciatella ad Aprilia. Il pronunciamento accoglie in pieno le richieste del pubblico ministero Marco Giancristofaro, che nella scorsa udienza aveva chiesto proprio 14 anni di carcere in virtù della concessione delle attenuanti. Condanna anche a due anni e 1.000 euro di multa per Victor Popa, l'altro imputato che doveva rispondere "solo" dell'accusa di tentato furto aggravato in casa della vittima.