Dopo avere studiato l'obiettivo hanno messo a segno il colpo muovendosi con circospezione, evitando gli occhi elettronici delle telecamere dei negozi vicini e gli sguardi indiscreti dei passanti, davvero pochi a quell'ora della notte. La solita banda di ladri dedita alle razzie di bar e sale giochi ha lasciato il centro città per colpire in periferia, ma con le stesse modalità che hanno caratterizzato la lunga serie di precedenti. Questa volta, a dire la verità si tratta della seconda nel giro di pochi mesi, nel mirino è finita l'agenzia di scommesse Stanleybet di via della Stazione, nel centro abitato di Latina Scalo, da dove i soliti ignoti si sono allontanati con un bottino pulito, gli incassi delle slot machine.
Il piano dei ladri è scattato intorno alle 3:30, quando hanno raggiunto l'attività commerciale dalle spalle dell'edificio, probabilmente da piazzale Dell'Ambrosia attraversando un canale come testimoniano le recinzioni divelte. Proprio come avevano fatto la volta precedente, gli scassinatori hanno divelto la grata di una finestra del bagno che affaccia sul retro. Hanno avuto solo l'accortezza di scegliere un altro infisso, quello accanto, pensando probabilmente che era stato rinforzato.
Come testimoniano i filmati registrati dalle telecamere interne, le uniche che li hanno ripresi quando avevano già indossato cappucci per travisare i volti, due ladri si sono mossi con grande tranquillità nella sala giochi adiacente all'agenzia di scommesse per forzare una decina di slot machine e svuotarle dei soldi contenuti all'interno.