Per un paio di giorni è piovuto quasi ininterrottamente sul comprensorio collinare lepino e ausono. Alle basse, talvolta bassissime, temperature si è sostituita la pioggia. Che, soprattutto, nella notte tra domenica e lunedì è caduta abbondante ed anche con un certa violenza. Per fortuna, non si sono verificati né incidenti gravi né frane di grande portata, ma solo disagi al traffico. A Priverno si è anche verificato un consistente smottamento lungo il lato destro della carreggiata in via della Grotta, più o meno alla metà della breve arteria, che collega la provinciale Marittima II al centro abitato. In quel tratto, peraltro, a seguito di un'Ordinanza sindacale, l'estate scorsa sono state tagliate numerose piante di fichi d'india ed arbusti in genere, che svolgevano un consolidato ruolo di drenaggio. Probabilmente, sarebbe accaduto lo stesso, ma – dicono in molti – forse ci si poteva limitare a far eliminare tutto ciò che poteva arrecare fastidi alla circolazione automobilistica. In ogni caso lo smottamento non ha causato danni, in quanto gli automobilisti di passaggio o sono riusciti ad evitare i sassi caduti o a fermarsi prima del punto interessato. La frana si è registrata nella tarda mattinata. E, sul posto si è portata la Polizia locale, il responsabile dell'Area tecnica ed alcuni operai, oltre al proprietario del terreno. La sede stradale è stata ripulita e la zona da dove sono caduti i sassi è stata isolata. Ora sarà necessario mettere in sicurezza quel tratto di terreno che costeggia via della Grotta. La pioggia ha interessato anche i paesi vicini, ma – a parte qualche muro a secco all'interno di uliveti – non si registrano problemi. A Roccasecca dei Volsci si temeva per Via Latina, già chiusa al traffico per la caduta di massi alle prime piogge estive. Ma nessun problema – ha sottolineato il sindaco – è stato segnalato. A Sonnino – ha dichiarato il sindaco Luciano De Angelis – è caduto solo qualche sasso, soprattutto dalle classiche macere, prontamente eliminato dagli operatori comunali. Se mai, nel centro collinare ausono, prima dell'acqua si sono registrate temperature bassissime con tanto di strade gelate che hanno richiesto lo spargimento di circa 30 quintali di sale.