Sono partiti nel pomeriggio di ieri i Daspo ai tesserati del Minturno calcio a 5, responsabili dell'aggressione al mister dell'Ecocity Bendetto Valente la sera del 25 ottobre. Dopo la denuncia della Polizia di stato per lesioni in concorso è arrivato anche il divieto di accedere alle manifestazioni sportive. Una sanzione che era nell'aria da giorni e giovedì sono arrivate le prime notifiche ai tesserati, notifiche che si stanno concludendo proprio in queste ore. Otto i giocatori colpiti dalla misura restrittiva, 6 di origine sudamericana e 2 italiani; praticamente l'intera squadra. Secondo quanto trapelato nelle scorse ore, il decreto emesso dall'autorità giudiziaria ha una validità di due anni e mezzo con obbligo di firma durante le manifestazioni sportive. Quasi il massimo della restrizione visto che il Daspo può variare da 1 a 3 anni. Oltre a non poter assistere a nessun evento sportivo non potranno nemmeno prenderne parte come atleti. Un'autentica mazzata per il Minturno calcio a 5 che adesso dovrà fare a meno di quasi tutta la rosa della squadra iscritta al campionato di serie C1.
Nella giornata odierna dovrebbe arrivare anche l'ufficialità da parte della Polizia di stato sui Daspo comminati agli otto tesserati.