Un altro capitolo si aggiunge al caso della morte improvvisa di Antonio Angelini, 24enne di Nettuno deceduto per una insufficienza cardiorespiratoria nel giugno scorso. Per questa vicenda la procura di Velletri ha deciso di aprire un'inchiesta per omicidio colposo, facendo seguito a una querela degli Angelini nei confronti del medico di famiglia. Oggi è uscito il risultato dell'autopsia e ora si attende la decisione del pubblico ministero. «La morte - si legge nella perizia a firma della dottoressa Vincenza Liviero - è da ricondurre a una insufficienza cardiorespiratoria acuta (anche tenuto conto delle aderenze pleuriche e pericardiche rilevate), la cui genesi rimane comunque non definita e non definibile». In più, «Alla luce - prosegue il documento - delle ipotesi patogeni sovra esposte la morte dell'uomo non è da porre in nesso di causa con la condotta del dottore […] che appare esente da profili di censura».

Ulteriori dettagli nell'edizione di Latina Oggi del 16 dicembre 2017.