La Corte dei Conti ha puntato i riflettori sul porto turistico di San Felice Circeo e una serie di atti amministrativi sono al vaglio della magistratura contabile. Per questo motivo, essendoci l'ipotesi di un danno erariale causato al Comune, nei giorni scorsi è arrivata la messa in mora a diversi amministratori (ed ex). Un atto attraverso il quale si interrompe il decorso della prescrizione.
Attorno alla vicenda vige il massimo riserbo, tant'è vero che l'atto è stato tracciato con un protocollo riservato. A redigerlo è stato il segretario comunale, sulla base evidentemente di quanto comunicato dall'autorità giudiziaria procedente. Secondo quel poco che è trapelato sino ad oggi, gli accertamenti della Corte dei Conti ruoterebbero attorno alla costituzione e alla gestione del porto turistico, nonché attorno alle relative concessioni.

L'articolo su Latina Oggi in edicola e in versione digitale (clicca qui)