Inquinamento ambientale colposo e incendio colposo. Sono queste le ipotesi formulate dal Procuratore capo della Repubblica di Velletri - Francesco Prete - e dal sostituto Luigi Paoletti riguardo al rogo della ex "Eco-X" di Pomezia, ossia il centro di stoccaggio di rifiuti sito lungo via Pontina Vecchia e che ha preso fuoco il 5 maggio scorso.

Infatti, stando ad alcuni lanci d'agenzia, sono di fatto chiuse le indagini sui fatti che all'epoca videro come indagato il legale rappresentante della ditta che gestiva il deposito di rifiuti distrutto dalle fiamme. Di conseguenza, ora starà al Tribunale veliterno decidere se aprire o meno un processo su quanto accaduto.