Qualcosa si muove al centro anziani di Lavinio. Dopo l'incendio che ha devastato la struttura nel giugno scorso, i soci e gli iscritti lamentavano l'assenza del Comune e soprattutto di risposte in merito a una eventuale riapertura, arrivando anche ad annullare le elezioni del presidente visto che non ci sarebbe stata una struttura in cui fare attività. Ieri i lavori di bonifica nel sito di Lavinio sono iniziati, anche se mancano notizie sulla portata dell'intervento, i costi e i tempi di realizzazione. «È iniziata la bonifica dei locali del centro anziani Zodiaco ad Anzio - fanno sapere i soci -. Non si sa quando saranno utilizzabili vista la complessità dei lavori, però girano voci che le elezioni si terranno ugualmente a fine mese, cosa che per altro ci lascia molto perplessi dato che da regolamento vi deve essere un avviso pubblico con 30 giorni di preavviso». Continua, dunque, la protesta dei soci Giuseppa Modica, Giuseppina Cibati, Alfredo Mattia, Giovanni Crescenzo, Anna Sgrigna, Massimo Casa che lamentano ritardi negli interventi per il ripristino dei locali del centro dopo l'incendio, ma anche problemi legati alle elezioni del centro stesso. I solleciti al Comune non sono certo mancati da parte dei rappresentanti di una struttura che ospitava ben 500 anziani, che lì svolgevano diverse attività. L'ultima era stata inoltrata il 6 gennaio scorso in cui i soci avevano usato parole piccate nei confronti dell'ente. «Notiamo da parte della amministrazione una fredda indifferenza».