I carabinieri a seguito di attività info – investigativa, ottenevano un decreto di perquisizione da parte della Procura della Repubblica di Cassino (FR) finalizzato alla ricerca di prove in ordine al reato di occultamento e deposito non autorizzato di rifiuti e materiali da risulta, nell'area della Pozzi Ginori.
Nella circostanza si procedeva alle operazioni di carotaggio all'interno di alcuni punti dello suddetto stabilimento effettuate con l'ausilio di ditta specializzata ed alla presenza di personale dell'A.R.P.A. Lazio, sezione di Latina, le quali permettevano di rinvenire, interrati, materiali industriali di scarto della lavorazione, cumuli di inerti ed altri materiale plastici di vario tipo. L'area interessata dalle operazioni ed i rifiuti repertati, sono stati posti sotto sequestro per gli ulteriori accertamenti tecnici che verranno effettuati dallo stesso personale dell'A.R.P.A. per verificare la presenza di sostanze pericolose.
Nella circostanza si procedeva alla notifica di avviso di informazione di garanzia nei confronti dei due rappresentati legali dell'azienda.