Un problema grande dentro un altro problema grande. Succede nella sezione lavoro di via Fabio Filzi del Tribunale di Latina che da un anno e mezzo a questa parte è in preoccupante affanno. L'ultima tegola è arrivata lunedì: uno dei tre giudici della sezione, il magistrato Giusi Bartolozzi che si era insiediata pochi giorni fa, sarà in aspettativa almeno fino a marzo per la candidatura alle elezioni politiche ad Agrigento nelle file di Forza Italia. L'effetto? Il piano che era stato organizzato dalla coordinatrice della sezione Simona Marotta e dal presidente del Tribunale di Latina Caterina Chiaravalloti sarà rivisto. Lo scorso 25 gennaio con una nota protocollata per fronteggiare una delle sezioni nevralgiche e più delicate dell'amministrazione della giustizia, erano stati riassegnati i fascicoli della sezione lavoro ai tre giudici tra cui il magistrato Bartolozzi che ha udienza il primo febbraio ma che sarà rinviata a causa dell'impedimento elettorale al 17 maggio. La giudice stimata da Silvio Berlusconi, come ha scritto anche il Corriere della Sera, quando le è arrivata la proposta ha deciso di provare. «Le reazioni dei colleghi?- ha detto - qualcuno storcerà il naso ma ci sta». L'assenza del nuovo magistrato in una situazione normale avrebbe provocato qualche disagio ma in un momento come questo e in un contesto che è drammatico, ha un peso molto consistente e anche delle conseguenze sotto il profilo dei rinvii.