I Carabinieri del N.A.S. di Latina, impegnati quotidianamente nell'ambito della sicurezza alimentare, a seguito di approfondito controllo ispettivo condotto presso un Bar Pizzeria di Terracina (LT) sottoponevano a sequestro oltre 40 kg. di vari alimenti (prodotti ittici, dolci e pasta alimentare fresca) destinati ad essere somministrati agli eventuali avventori, rinvenuti in un congelatore a pozzetto in promiscuità fra loro e senza alcuna protezione igienica. Inoltre il responsabile dell'attività non era in grado di documentare la tracciabilità degli alimenti detenuti nelle predette precarie condizioni di igiene. Il valore degli alimenti sequestrati ammonta ad oltre 1000 euro, mentre per gli illeciti rilevati il titolare della Bar Pizzeria sarà altresì sanzionato con 1500 euro di contravvenzione.
Sempre sul territorio del Comune di Terracina (LT) , durante il controllo ad un supermercato , i militari del N.A.S. di Latina rinvenivano, poste in vendita nel reparto di gastronomia, oltre 6 kg. di mozzarelle di bufala vendute allo stato sfuso contrariamente a quanto prevede la specifica normativa che prevede, per i formaggi freschi a pasta filata, l'obbligo del preconfezionamento a garanzia della provenienza ed a tutela del consumatore finale. Per tale violazione della norma i Carabinieri del N.A.S. sottoponevano a sequestro il quantitativo di mozzarelle rinvenuto e contestavano al responsabile legale del supermercato la sanzione che supera i 3.000 euro.