La situazione sulla Pontina dopo il caos di venerdì sera resta sempre critica a causa delle voragini che si sono aperte sia in direzione nord che in direzione sud, all'altezza dell'uscita di Borgo Montello e poi tra Campoverde ed Aprilia, a Castel Romano e in altri punti. Sono oltre cinquanta gli automobilisti che hanno riportato dei danni: dalle ammaccature sui cerchi alle gomme forate. E' l'ennesima emergenza che dimostra tutta l'inadeguatezza della strada regionale che collega la provincia di Latina con Roma. Anche ieri i disagi sono stati gli stessi di quando piove e l'asfalto si sbriciola, la polizia stradale che è intervenuta ha invitato ancora una volta alla massima prudenza, la corsia di marcia in alcuni tratti presenta un manto stradale dissestato e così l'unica alternativa è la corsia di sorpasso.Gli operai dell'Atral hanno riparato le buche riposizionando l'asfalto nelle zone dove si sono aperte le buche.  La pioggia ha mandato in tilt il sistema viario non soltanto sulla Pontina ma anche lungo altre strade della provincia. Moltissimi disagi sono stati registrati sulle Migliare e su altre arterie provinciali dove si sono aperte moltissime buche. La città infatti ha dovuto fare i conti con un numero infinito di buche che si sono aperte nelle zone centrali della città ma anche in periferia. Le buche sono ovunque basta prendere l'auto: sulla circonvallazione e poi in via Isonzo, in via Aspromonte a pochissima distanza dal carcere dove si è completamente staccato un pezzo di asfalto, stessa scena di quando meno di un mese fa in pieno centro a Latina si era aperta una grande voragine questa volta all'altezza di piazza Dante, al centro dell'incrocio subito dopo il transito di un mezzo pesante. Molte buche anche nella zona di via Milano e poi lungo via del Lido e anche in un tratto di corso Matteotti e di via Ezio e così via. Ieri sera la Squadra Volante è intervenuta in via Lido per due auto che sono rimaste danneggiate.