I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un uomo di 32 anni, residente a Roma ma da anni domiciliato a Pomezia e già conosciuto dalle forze dell'ordine, per l'ipotesi di reato di sequestro di persona.

Il giovane ha incontrato la sua ex fidanzata 24enne nel centro cittadino di Pomezia e, insieme, hanno deciso di andare nella sua abitazione di Pomezia. Poi nella notte l'uomo, a seguito di una lite con la ragazza, scoppiata per futili motivi, ha iniziato a distruggere il mobilio. A quel punto la 24enne, impaurita dall'atteggiamento aggressivo del suo ex, ha tentato di uscire dall'appartamento, ma il 32enne le ha sbarrato la porta. Così è riuscita a chiudersi nel bagno dove, con il proprio cellulare, ha chiamato il 112 e ha chiesto soccorso.

I militari al loro arrivo hanno trovato la porta dell'abitazione chiusa a chiave dall'interno e il 32enne ancora in forte stato d'agitazione. Solo dopo alcuni minuti di trattative il 32enne ha deciso di aprire la porta, liberando così la ragazza.

L'ex fidanzato è stato arresto e portato in caserma; successivamente, come disposto dall'autorità giudiziaria, è stato condotto nella propria abitazione, al regime degli arresti domiciliari, in attesa della convalida dell'arresto.