Otto anni di reclusione. E' questa la sentenza emessa ieri dal giudice del Tribunale di Latina Giuseppe Cario nei confronti di Francesco Messina, originario di Casoria in provincia di Napoli, accusato di aver rapinato un Rolex ad un uomo a Terracina. I fatti contestati erano avvenuti il primo luglio del 2016 a Terracina ma dalle indagini che erano state condotte dai carabinieri erano emersi anche altri episodi. L'imputato ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato godendo così della riduzione di un terzo della pena. In aula il pubblico ministero dopo aver ricostruito i fatti aveva chiesto per l'imputato la condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione mentre il legale dell'imputato aveva cercato di smontare le accuse. Al termine della camera di consiglio, il giudice ha emesso la sentenza nei dell'uomo che è detenuto in carcere con l'accusa di rapina. Per Messina era arrivata un'altra condanna per un episodio analogo avvenuto alla fine di luglio sempre a Terracina quando ad un uomo originario di Sonnino fu strappato il Rolex che aveva al polso. Quello per cui l'imputato è stato condannato ieri invece è il primo episodio quando aveva strappato il prezioso Rolex Daytona.