La Guardia di Finanza di Bologna e Napoli ha sequestrato questa mattina beni mobili e immobili nell'ambito dell'operazione che ha visto bloccare anche società e rapporti finanziari tra la Campania e il Lazio, in particolare nelle province di Napoli e Caserta. In totale il valore dei beni ammonta a 35 milioni di euro.

Il patrimonio di cui si sta occupando la finanza sarebbe riconducibile al 59enne Antimo Morlando (attualmente detenuto), imprenditore nel settore edile e, secondo gli inquirenti, personaggio di spicco di organizzazioni criminali attive sul territorio, e a suoi prestanome.