Ordinanza di proroga della chiusura dell'Appia, nella zona di Levante, per i lavori di mitigazione del rischio idrogeologico. Causa maltempo, i lavori si protrarranno, così come comunicato dalla Regione Lazio al Comune, almeno fino al 27 marzo. Inevitabile il rallentamento, partiti lo scorso 18 febbraio.

Ristoranti chiusi, case evacuate, per consentire alla società di fare gli importanti lavori sul costone di via delle Cave, consistenti anche nel "pilotare" dei crolli per eliminare i massi pericolanti. Il cantiere subisce il rilento dovuto al maltempo, che in questi giorni non ha consentito di proseguire con gli interventi. Proprio ieri, contatti tra la Regione e il Comune avevano fatto balneare l'ipotesi di una proroga di almeno 10 giorni sulla data presunta di fine lavori, che era fissata al 14 marzo. Oggi la conferma.

Corsa contro il tempo
Si farà del tutto, comunque, per rispettare la tabella di marcia del 14 marzo. Domenica 25 marzo, oltre ad essere la domenica delle Palme, è previsto infatti il passaggio della gara ciclistica "Marcello Falcone" proprio sull'Appia. Se la strada dovesse restare chiusa per la proroga, l'unica ipotesi praticabile per garantire l' importante manifestazione nazionale, sarebbe un passaggio nella galleria Monte Giove, che però sarebbe l'unico sfogo per il traffico domenicale. La Variante Appia sarebbe comunque presidiata dalla polizia stradale. A restare con la camicia gelata, anche le attività commerciali che si trovano all'ingresso di Terracina e che sono state costrette a chiudere nel periodo dei lavori, a tutela della loro e altrui incolumità. Avere date certe, nella primavera delle cresime, comunioni, delle lauree e dei battesimi, aiuterebbe a non perdere soldi e clientela. Non ultimo, il disagio dovuto alla viabilità: con l'ingresso sud chiuso, Terracina è accessibile lato Napoli solo attraverso la galleria, unica via per raggiungere la stazione ferroviaria. Molto dipenderà dalle condizioni meteo. Se ci sarà una tregua, la ditta è disposta a lavorare anche il sabato e la domenica. In caso contrario, il Comune ha già in piedi l'ipotesi di una proroga. Tentando di "salvare" il memorial "Marcello Falcone" e una tranquilla domenica delle Palme.