La situazione del cimitero di Priverno non è buona. Oltre alla necessità di nuovi loculi cui l'amministrazione sta provando a mettere riparo costruendone di nuovi, c'è da pensare anche alla custodia e manutenzione della parte esistente. Se da una parte il Comune sta facendo fronte alla gestione conducendo in porto la gara per appaltare il servizio, dall'altra non mancano le segnalazioni dei cittadini. Nei giorni scorsi, infatti, sono arrivate delle notazioni riguardo due differenti e altrettanto gravi criticità: la presenza di processionaria sotto Agli alberi di pino e le ampie pozzanghere che nelle parti più recenti, lì dove la pavimentazione non è stata realizzata se non con del brecciolino, rendono praticamente impossibile il transito dei cari che rendono visita ai propri defunti e tantomeno la visita stessa. È una cittadina che, approfittando dello spazio Social dedicato proprio dal sindaco alle segnalazioni dei cittadini, scrive: «Lo stato in cui si trova il cimitero dopo il temporale è indecente. Una pozzanghera enorme impediva di poter entrare in condizioni normali. Immaginare uno scenario simile durante un funerale, con tante persone presenti, tra cui anche persone anziane e magari con difficoltà motorie, non rappresenta certo una bella figura di civiltà». Un'altra cittadina, invece, posta le foto della processionaria, un insetto parassita del pino con la capacità di creare reazioni allergiche e urticanti. Senza dimenticare le varie segnalazioni, ripetute negli anni, da tanti altri cittadini, riguardo la necessità di manutenzione nelle zone più vecchie del camposanto. Anche questi interventi, però, richiedono un sostentamento finanziario che al momento le casse dell'ente non permettono di sostenere.