Un furto notturno ad Anzio, con parte della refurtiva trovata a Nettuno e in possesso di due giovanissimi ragazzi. E' questo quanto accaduto nella giornata di oggi - 15 marzo 2018 - sul litorale romano, coi poliziotti del commissariato di Anzio che hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione un ragazzo classe 1999 di Ardea e un giovane cittadino bulgaro classe 2000 residente a Nettuno.

Tutto è iniziato nel corso della notte, ad Anzio, dove il negozio di vendita e riparazione di cellulari di via Ambrosini è stato oggetto di un furto, che ha visto spaccare la vetrina e portare via diversi smartphone oltre a 300 euro in contanti. Il proprietario, chiaramente, ha chiamato il 112 e una Volante del commissariato di Anzio è giunta sul posto per avviare le indagini, insieme ai colleghi della Scientifica.

Nel frattempo, durante i controlli disposti già da qualche giorno nei pressi della stazione ferroviaria di Nettuno al fine di garantire sicurezza in zona, altri agenti della Squadra Volante hanno fermato, nelle prime ore del mattino, i due giovani sopra citati: a un primo controllo, i due sono stati trovati in possesso di sette cellulari, tutti risultati provento di furto nel negozio di Anzio. A quel punto, nulla ha evitato la loro denuncia a piede libero.

Chiaramente, le indagini proseguono.