La Procura e il pubblico ministero Gregorio Capasso hanno chiesto una proroga di altri sei mesi di indagine per fare piena luce sull'incidente aereo avvenuto lo scorso 24 settembre a Terracina, in occasione dell'Air Show quando era morto il capitano dell'Aeronautica Militare Gabriele Orlandi, 31 anni, originario di Cesena, considerato uno tra i migliori in servizio. L'ufficiale dell'arma azzurra era ai comandi dell'Eurofighter che è precipitato in mare davanti allo sguardo di migliaia e migliaia di persone, il velivolo, uno tra i più moderni e sicuri in dotazione all'Aeronautica si era disintegrato in migliaia di pezzi sparsi in un grande raggio d'azione al largo di Terracina.  Dopo che alcune settimane è stato depositato anche l'elaborato relativo al contenuto della scatola nera, l'inchiesta prosegue proprio per non lasciare nulla di intentato e cercare di ricostruire nel dettaglio così è accaduto il pomeriggio del 24 settembre.