La Procura di Latina ha chiuso l'inchiesta e ha individuato i complici dei due romeni che avevano aggredito a Latina due giovani del capoluogo pontino. Nei confronti di sette persone, tutte di origine romena, da via Ezio è arrivata la notifica di chiusura inchiesta con l'accusa di concorso in lesioni. Gli altri due indagati il cui iter processuale è stato diverso e che erano stati arrestati dalla polizia sono stati condannati in primo grado e adesso hanno presentato ricorso in Corte d'Appello. I fatti contestati erano avvenuti a Latina un anno fa e i due presunti responsabili.  Alexandro Ilie Ostacioiae, 28 anni e Vasile Sorinel Corla, 22 anni, anche lui romeno erano stati condannati rispettivamente a un anno e ad un anno e sei mesi di reclusione e sono in libertà. Dopo che il legale Moreno Gullì ha letto le motivazioni è stato presentato ricorso in Appello anche se la data non è stata ancora decisa. L'episodio era stato registrato nel cuore della movida notturna e la brutale aggressione nei confronti di due giovani, uno del capoluogo e l'altro di Cori, era scattata per futili motivi.