Feste pasquali senza la strada statale 699. La data di oggi 31 marzo, stabilita dall'Anas per la riapertura della strada dell'Abbazia di Fossanova, tratto iniziale della Frosinone-Mare, salta: nessun ripristino della circolazione della principale arteria di collegamento tra la zona del litorale pontino e l'entroterra lepino e ciociaro. In arrivo una proroga, già scattata oggi e che scavalcherà la Pasqua e la Pasquetta, ma anche i giorni successivi di aprile. Per ora Anas, sentita al telefono, fa sapere che ci sarà una proroga, rinviando i dettagli a subito dopo le festività. Si conta insomma di avere notizie già il 3 o 4 aprile.

Resta che il weekend pasquale, noto per il nutrito traffico veicolare tra l'area interna e il litorale nei giorni di festa, l'unica strada percorribile è la provinciale del Frasso, strada con diverse problematiche, con una carreggiata molto stretta, un manto dissestato non idonea certo ad accogliere il traffico della statale. Non è un caso se è stato posto un limite di velocità di 30 chilometri orari, proprio per preservare la sicurezza degli automobilisti. La strada è chiusa dal dicembre scorso, quattro mesi tra qualche giorno, per il consolidamento di un viadotto, su cui si sono resi necessari degli interventi urgenti. Interventi che però si sono prolungati oltremodo e che starebbero presentando diversi problemi tecnici. C'è anche chi parla di un contenzioso tra Anas e ditta. Ma per avere notizie ufficiali sarà necessario attendere qualche giorno. Informazioni, quelle annunciate da Anas, ritenute fondamentali dai numerosissimi pendolari che ogni giorno fanno la spola tra l'entroterra e il litorale. Per non parlare di chi vive nei borghi e nei paesi di collina, sui Lepini, e che si serve dell'ospedale di Terracina. Infine, i ritardi preoccupano anche per l'arrivo del periodo estivo. Tantissimi i ciociari che hanno casa a Terracina: dall'entroterra c'è un flusso turistico notevole. Non è un caso che a lanciare il grido d'allarme nei giorni scorsi, è stata Ascom Confcommercio.