Ancora un fenomeno legato al dissesto idrogeologico nel territorio di Anzio. In particolare, nei giorni scorsi, i tecnici dell'associazione "Uniti per l'Ambiente" sono stati sollecitati dagli abitanti di Cincinnato e hanno effettuato un sopralluogo a ridosso della Riserva naturale di Tor Caldara, accertando una pericolosa frana verso il mare del tratto finale di via dei Lillà, proprio al confine con il parco.

L'area, grande circa 5 metri quadrati, potrebbe estendersi e, al momento, appare soltanto recintata.

"La zona franata è di entità consistente. E anche se l'evento franoso non è avvenuto di recente - scrivono dall'associazione, infomando la stampa dell'accaduto -, certamente le abbondanti piogge dello scorso mese di marzo hanno aggravato la situazione al punto da coinvolgere anche il basamento di un lampione stradale che potrebbe presto cadere. I cittadini della zona hanno segnalato più volte questa situazione di pericolo sia al Comune di Anzio che al personale della Riserva di Tor Caldara ma, oltre al transennamento, non c'è stato alcun ulteriore intervento. Allo stato dei fatti non si può escludere che la frana non proceda ulteriormente interessando in modo ancora più consistente la carreggiata. I cittadini lamentano la pericolosià che la situazione sta creando e che creerà soprattutto nel periodo estivo, quando la strada sarà percorsa da molto traffico pedonale verso la spiaggia. E' richiesto che tecnici del Comune prendano immediata visione dei fatti e provvedano a mettere in campo ogni necessario intervento per evitare il pericolo alle persone e alle cose".