Il giudice per le indagini preliminari Laura Campoli non ha perso tempo e lette le conclusioni della consulenza affidata al colonnello dei carabinieri Maria Elena Silvotti ha deciso che Pasquale Maietta venisse trasferito subito dalla clinica privata in cui era ricoverato. Per l'ex parlamentare in stato di arresto perché ritenuto il promotore di un'associazione per delinquere dedita al riciclaggio di denaro, si sono aperte ieri le porte di una corsia dell'ospedale San Camillo di Roma. Soltanto quando si sarà ristabilito, se la situazione processuale non sarà cambiata, Maietta finirà in carcere insieme agli altri coindagati coinvolti nell'inchiesta Arpalo.