Ridotto in fin di vita dopo essere stato travolto da un'auto lungo via Mediana. Le condizioni disperate dell'uomo di nazionalità indiana rimasto gravemente ferito dopo il terribile impatto con l'auto in corsa, sono l'unico elemento certo di un incidente gravissimo avvenuto venerdì in tarda serata a Campoverde, lungo la strada che collega il comune di Aprilia con quello di Cisterna.
La dinamica del sinistro invece, sul quale indagano i carabinieri della caserma di Campoverde e i colleghi del Reparto Territoriale di aprilia, resta avvolta nel mistero, così come l'identità dello straniero, che non aveva con sé i documenti necessari per poter procedere all'identificazione.
L'uomo, che ha riportato un gravissimo trauma cranico e numerose contusioni, si trova ora ricoverato presso il reparto di rianimazione dell'Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, dove era stato trasferito in coma dopo i primi soccorsi, prestati presso la casa di cura Città di Aprilia. All'arrivo presso la clinica convenzionata di Aprilia, i medici e gli infermieri avevano subito constatato la gravità della situazione. Lo straniero ha perso conoscenza subito dopo il violento urto con l'autovettura e dopo essere stato intubato è stato trasferito d'urgenza presso l'ospedale del capoluogo.
La dinamica dei fatti, che ancora resta tutta da chiarire, è al vaglio dei militari. Stando al racconto di alcuni testimoni l'uomo era da poco tornato da una serata trascorsa a Lavinio insieme ad alcuni connazionali, che lo avrebbero riaccompagnato in auto presso il borgo di Campoverde. Lo straniero, apparentemente in stato confusionale, avrebbe raggiunto il ciglio della strada, spostandosi poi repentinamente verso il centro della carreggiata, dove è stato travolto da un'auto condotta da una giovane del posto che non è riuscita a evitare l'impatto.
Un impatto di una violenza inaudita. Dopo aver colpito il vetro anteriore con la testa, l'uomo è stato scaraventato a terra già privo di sensi e poi soccorso dagli operatori del 118. Spetta ora ai militari ricostruire l'esatta dinamica dei fatti, grazie ai rilievi e agli accertamenti di rito mentre si cerca di dare un nome al ferito e si attendono notizie sulle sue condizioni.