Sono piombati a bordo di uno scooter, poi uno ha tirato fuori una pistola e l'ha puntata contro la donna ferma a bordo strada per costringerla a consegnare loro i soldi, ma se ne sono andati solo dopo averla presa a calci. Vittima di una rapina a mano armata, nella tarda mattinata di ieri, una prostituta nigeriana che stazionava nei presi di uno stradone sterrato lungo via Borgo Santa Maria, non lontano da Acciarella.
L'allarme è scattato prima di mezzogiorno, quando la vittima ha chiesto aiuto alla centrale operativa del 113. Con le prime informazioni fornite dalla donna, le pattuglie della Squadra volante impegnate nei servizi di controllo del territorio hanno setacciato le possibili vie di fuga, nella periferia di Latina tra Borgo Santa Maria e Bainsizza a ridosso del confine col territorio comunale di Nettuno. Ma degli autori della rapina non c'era ormai più traccia: praticamente erano svaniti nel nulla, approfittando del vantaggio che avevano sulle "pantere" arrivate da zone diverse del capoluogo.
Nel frattempo gli agenti raccoglievano altri particolari sui due autori della rapina e sul mezzo utilizzato per il colpo, poi per dileguarsi nei paraggi. Entrambi indossavano i caschi che rendevano difficile identificare i loro volti, ma erano diversi nella fisionomia: uno più alto e robusto, mentre l'altro è stato descritto come più esile dalla vittima.