Hanno sentito dei guaiti sempre più intensi e si sono avvicinati vedendo un uomo che malmenava un cane. Senza pensarci due volte, il vicesindaco di Frosinone Fabio Tagliaferri, che era con altre persone, è intervenuto per farlo smettere, rimediando poco dopo un'aggressione in piena regola che ha reso necessario l'intervento dei carabinieri e una visita al pronto soccorso per il politico.
I fatti sono avvenuti ieri pomeriggio a Terracina. Il vicesindaco stava passeggiando per la città quando ha assistito alla scena: un uomo, proprietario di una nota attività, stava scuotendo violentemente un cane. È intervenuto per farlo smettere e inizialmente il padrone dell'animale si è allontanato mentre Tagliaferri e altre persone si sono prese cura del cane, visibilmente spaventato e provato. Poi il proprietario del cane è tornato e la situazione si è fatta sempre più tesa, fino a sfociare in un'aggressione vera e propria. Il vicesindaco ha ricevuto un colpo in prossimità del collo e si è recato al pronto soccorso di Terracina per un controllo. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Terracina, che ora faranno luce su quanto accaduto.
«Mi auguro - afferma Tagliaferri, sentito telefonicamente - che si proceda d'ufficio per il maltrattamento di animali. Io procederò a sporgere querela per le lesioni personali, ma mi interessa di più che si proceda a sanzionare, essendo procedibile solo d'ufficio, il comportamento di questa persona nei confronti del proprio cane, anche per prevenire eventuali episodi del genere».