Non gli erano bastati gli arresti domiciliari disposti dal giudice del Tribunale di Velletri: il 38enne di Anzio che era stato "beccato" dalle Volanti della polizia fra lo Zodiaco e Padiglione, è stato infatti nuovamente arrestato - stavolta, oltre che per furto, anche per evasione - e condotto in carcere.

Tutto è accaduto nella giornata di ieri - 3 maggio 2018 -, in una delle traverse dello Zodiaco, quartiere dove l'uomo vive: qui, gli agenti della Squadra Volante del commissariato di Anzio stavano effettuando un giro di perlustrazione quando lo hanno pizzicato fuori da casa sua. Le verifiche, in particolare, erano state disposte in quanto nelle scorse ore stavano proseguendo ad arrivare denunce da parte dei cittadini della periferia di Anzio, rimasti ancora vittime di furti di attrezzi e altro materiale all'interno delle pertinenze delle case.

L'uomo, comunque, è stato notato dai poliziotti - fatalità, gli stessi che lo avevano arrestato qualche giorno prima - con in mano una motosega, che da alcuni accertamenti è risultata rubata da un villino poco distante.

A quel punto, nulla ha evitato l'arresto e - visto quanto accaduto - la traduzione in carcere.