Intossicati dallo spray che avrebbe dovuto proteggerli dalla puntura delle zanzare, tre bambini finiscono all'ospedale. A chiedere aiuto agli operatori del 118, notando sintomi compatibili con l'intossicazione presumibilmente cagionata dall'uso del repellente, sono stati i genitori dei piccoli. Il personale intervenuto presso l'abitazione della famigliola, situata lungo via Nettunense, a poca distanza dal centro della città di Aprilia, hanno trasferito i tre minori presso il reparto pediatrico degli ospedali riuniti di Anzio e Nettuno, dove i bambini sono stati sottoposti agli accertamenti e alle cure mediche del caso. Nonostante la sintomatologia e l'esigenza di tenere in osservazione per alcune ore i tre piccoli pazienti, la situazione è sotto controllo e i bambini dovrebbero cavarsela senza gravi conseguenze. Le circostanze restano tutte da chiarire e non è chiaro se la reazione al prodotto sia da attribuire all'uso di una quantità eccessiva, alla qualità stessa del repellente oppure se l'episodio possa essere legato ad una accidentale ingestione o inalazione del prodotto. Di sicuro la presenza di una reazione sospetta ha subito messo in allarme i genitori, che hanno immediatamente chiesto l'intervento del personale del 118.