Si infittisce il mistero dell'ultraleggero scomparso, che ha fatto tappa anche a Sabaudia per fare rifornimento. A bordo c'erano due persone. Se ne sono perse le tracce mentre il velivolo sorvolava il Cilento. Mobilitate sia unità di terra che di mare. Nel primo caso, a operare è stato il corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico di Avellino. Nel secondo, invece, la capitaneria di porto, che sta perlustrando le acque tra Sorrento e Capri. Si tratta di un velivolo anfibio, che avrebbe potuto ammarare. Proseguono le ricerche.