Baracca e container installati sul lungomare di Sabaudia da una società che gestiva uno stabilimento balneare sono da rimuovere. L'ordinanza emessa dall'ufficio tecnico del Comune è legittima, come stabilito dai giudici amministrativi. La sentenza è stata depositata ieri. I motivi addotti dalla ricorrente sono stati respinti. Innanzitutto non ha colto nel segno la doglianza secondo cui si tratterebbe di strutture temporanee. È stato lo stesso ricorrente ad ammettere che la baracca e il container si trovano in «rapporto funzionale» con l'attività di stabilimento balneare. Ciò - scrivono i giudici amministrativi - «escludendo la precarietà degli stessi, perché facenti parte stabilmente dell'azienda mediante la quale essa - la società, ndr - svolge ogni anno attività d'impresa stagionale». Il ricorso è stato respinto. Legittima l'ordinanza di demolizione. Resta possibile un appello.