La polizia nei giorni scorsi ha eseguito a carico di un uomo, indagato per il reato maltrattamenti in famiglia e residente a Cisterna di Latina, la misura cautelare personale dell'allontanamento dalla casa familiare con divieto di ritorno senza l'autorizzazione del Giudice. La vicenda, che ha avuto inizio nel 2002, è stata analizzata dagli investigatori del Commissariato Distaccato di P.S. di Cisterna di Latina, ed ha consentito di far emergere una situazione familiare particolarmente gravosa. Infatti i poveri genitori e le due sorelle subivano, ormai da tempo, vessazioni, percosse e minacce, aggravati dall'abuso di sostanze stupefacenti e alcoliche da parte dell'uomo. Le sorelle sono addirittura arrivate ad abbandonare l'abitazione, nel tentativo di sottrarsi alle continue persecuzioni ad opera del fratello. I fatti descritti sono stati accertati dall'attività info-investigativa della Squadra Anticrimine del Commissariato di Cisterna, ed hanno consentito di ottenere dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Latina, il dottor Giuseppe Cario un'ordinanza di misura cautelare, imponendo all'uomo di allontanarsi dalla casa familiare e non farvi ritorno senza l'autorizzazione del Giudice.