Operazione antiabusivismo del Comando della Polizia Locale di Minturno, che nel corso di una serie di servizi di controllo del territorio ha sequestrato due immobili. Il blitz è avvenuto a Scauri e Marina di Minturno e riguarda due distinti casi. I Vigili Urbani, in verità, da tempo stavano effettuando una ricognizione sull'intero territorio comunale, unitamente all'ufficio competente. In seguito questo monitoraggio sono emersi i due casi, che poi hanno portato al blocco dei lavori e al sequestro dei manufatti. Nel primo caso i sigilli sono stati apposti ad una ex chiesa sconsacrata, ubicata in via Capolino a Scauri, il cui proprietario, di origine campana, aveva effettuato i lavori di ristrutturazione del'immobile senza le previste autorizzazioni. Gli uomini coordinati dal comandante, Mario Vento, l'altra mattina, dopo aver effettuato i riscontri del caso, hanno sottoposto a sequestro il fabbricato e denunciato il proprietario alla Autorità Giudiziaria. Tra l'altro, sembra, che la futura vendita degli appartamenti che dovevano essere ricavati dai lavori in corso, fosse già stata pubblicizzata su un portale che si occupa di mercato immobiliare. Sta di fatto che, al momento, ogni attività è stata bloccata in attesa degli sviluppi giudiziari della vicenda. L'altro sequestro edilizio è stato compiuto in via Simonelli, a Marina di Minturno. Anche qui gli agenti della Polizia Locale di Minturno, in seguito ai controlli incrociati con l'ufficio competente, hanno accertato che mancavano le previste autorizzazioni di costruzione in una zona che, tra l'altro, è sottoposta anche a vincoli. Anche in questo caso il proprietario è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino e all'immobile sono stati apposti i sigilli. Una doppia operazione che si inquadra nell'ambito di una serie di accertamenti che gli uomini della Polizia Locale stanno eseguendo su tutto il territorio comunale. Infatti anche nei prossimi giorni sono previsti altri servizi di contrasto al fenomeno dell'abusivismo edilizio.