E' stato rinviato a giudizio e in aula il prossimo 10 ottobre davanti al giudice monocratico Maria Assunta Fosso dovrà rispondere dell'accusa di omicidio colposo. E' quello che ha deciso ieri il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario, nei confronti di un uomo di 40 anni, residente a Latina che  guida di un furgone è accusato di aver provocato la morte di una donna a seguito di un incidente stradale avvenuto sulla Pontina al chilometro 60 all'altezza di Latina. L'incidente si era verificato il 16 agosto del 2014 e la vittima, Rosanna Di Stefano, classe 1958, era morta quasi un anno dopo i fatti:  il 16 luglio del 2015 a Imola. La donna alla guida di una Ford Fiesta ed era stata tamponata dal mezzo condotto dal 40 enne.