Chissà cosa è passato nella testa di un 25enne nativo di Anzio - ma risultato senza fissa dimora sul territorio italiano - che nelle scorse ore è stato arrestato dai carabinieri a Roma.

L'uomo, infatti, si è introdotto senza alcuna autorizzazione nell'area riservata alle urgenze dell'ospedale San Camillo, sulla circonvallazione Gianicolense, e ha derubato una donna che stava per partorire.

Nello specifico, ha raggiunto la sala travaglio e, con fare molto lesto, ha messo le mani nella borsa della donna e ha sfilato lo smartphone. Peccato per lui, però, che il personale dell'ospedale ha notato l'azione furtiva e ha immediatamente contattato il 112, richiedendo l'intervento dei carabinieri.

Giunti nel nosocomio, i carabinieri della Stazione di Roma Bravetta lo hanno bloccato e arrestato.

Durante la perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso dello smartphone appena rubato - che è stato restituito alla donna in dolce attesa -, ma anche di un grosso cacciavite.

In attesa del processo per direttissima, il 25enne di Anzio è stato trattenuto in caserma.