Nnel corso di un servizio perlustrativo, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Latina hanno arrestato Gioacchino I, 36 enne, ed una donna P. Ersilia, 43 enne, entrambi del luogo, rispettivamente per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre la donna per detenzione illegale di arma comune da sparo e ricettazione.
L'uomo aveva a bordo della propria auto due buste termosigillate, occultate nel retro del sedile anteriore, contenenti complessivamente 2,150 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana. In casa venivano invece sequestrati  un bilancino di precisione, 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, materiale per il confezionamento ed euro 1.250 in contanti, quest'ultima somma verosimilmente provento dell'attività di spaccio.
Nel corso della perquisizione domiciliare veniva trovato un mazzo di chiavi riconducibile all'appartamento adiacente, di proprietà ed in uso alla donna, per cui la perquisizione veniva estesa al citato appartamento ove veniva rinvenuta, occultata dietro un vaso, una pistola marca Beretta calibro ".40 S&W", perfettamente funzionante ed in ottimo stato di manutenzione, unitamente a 41 colpi dello stesso calibro, provento di furto perpetrato nel marzo di quest'anno in provincia di Rimini. Gli arrestati dopo le formalità di rito, sono stati associati rispettivamente alle Case Circondariali di Latina e Roma Rebibbia femminile a disposizione della competente A.G.