Sono stati condannati a un anno e a 11 mesi di reclusione i due imputati del processo per il decesso di un paziente al Santa Maria Goretti di Latina, morto per un ascensore rotto. E' quello che ha deciso ieri il giudice monocratico Laura Morselli. Nel corso della penultima udienza il pm aveva formulato le sue richieste di condanna per gli imputati e aveva ricostruito i fatti, partendo prima di tutto dal cattivo funzionamento dell'ascensore che aveva provocato nel 2010 la tragedia. Il paziente che all'epoca dei fatti aveva 82 anni di Latina era morto secondo gli accertamenti dei carabinieri del Nas per il cattivo funzionamento dell'ascensore al Santa Maria Goretti. A causa di un incidente era morto Francesco Trotto, i familiari che si sono costituiti sono rappresentati dall'avvocato Silvia Siciliano.  Dopo che il pm aveva formulato le sue richieste di condanna e le difese avevano cercato di scardinare le accuse, il giudice monocratico Laura Morselli è entrato in camera di consiglio e ha emesso alla fine la sentenza.