Li stanno usando circa 700 Comuni italiani, hanno un comprovato effetto Placebo sulla velocità. Perché gli "Speed Check" spuntati sulla statale 699 Frosinone-Mare appena riaperta, sono delle colonnine colorate che potrebbero contenere al loro interno un rilevatore di velocità mobile, ma non è detto che lo contengano. Sono un deterrente, insomma, Polizia stradale e Prefettura, in accordo con Anas, li hanno previsti. L'estate la Frosinone-Mare non è nota solo per essere il collegamento più facile tra entroterra e litorale. Ha anche la triste nomea di strada ad alta incidentalità.

Lo "Speed Check" è stato posizionato sull'unico tratto della superstrada con limite a 50 km/h, imposto per i "saltelli" delle giunture dei ponti.

La contestazione, tuttavia, deve essere immediata e per essere operativo l'autovelox all'interno della scatola deve essere annunciato con un cartello preventivo di controllo elettronico della velocità. Necessaria anche la presenza di un agente nei dintorni, per la contestazione della sanzione.  

La presenza del nuovo "Speed Check" ha scuscitato subito diverse reazioni tra gli automobilisti, esternate sui social netowork.