Antonino Piattella torna ai domiciliari. Lo ha disposto la Sezione Gip del Tribunale di Roma con una ordinanza di revoca della misura cautelare concessagli, l'obbligo di firma, giunta dopo molteplici violazioni accertate dagli agenti della Pg e a seguito di reiterati e documentati episodi di minacce e simulazioni di reato a carico anche degli stessi operatori di polizia giudiziaria che avevano condotto la brillante inchiesta sullo sversamento di rifiuti nella cava di via Corta. False denunce che avevano anche portato a una perquisizione presso il domicilio di uno degli investigatori. Reati commessi anche nei confronti dell'amministratore giudiziario dei beni a lui sequestrati.