Pugno duro contro il commercio abusivo e quindi anche contro la contraffazione. Per discutere delle misure da adottare si è tenuta nei giorni scorsi in Prefettura una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Maria Rosa Trio. Al vertice hanno preso parte, oltre ai rappresentanti delle forze di polizia e della capitaneria di porto, anche i sindaci dei Comuni di Sabaudia, Formia, Gaeta, Minturno, San Felice Circeo, Ponza, Fondi e Terracina.
Nel corso di questa riunione, come si diceva, è stato esaminato il fenomeno dell'abusivismo commerciale e della contraffazione. In vista del culmine della stagione estiva, si è cercato di pianificare un'azione di prevenzione e contrasto più incisiva. E questo - spiegano dalla Prefettura - «nella consapevolezza che tale fenomeno, saldandosi con altre fattispecie criminose o illegali diffuse soprattutto nei centri urbani più grandi o caratterizzati da un notevole afflusso di turisti, alimenta il senso di insicurezza dei cittadini».
Il comitato ha definito anche ulteriori iniziative volte ad assicurare il massimo raccordo tra l'attività svolta dalla polizia municipale e quella svolta dalle forze di polizia statali attraverso il rafforzamento dei dispositivi di controllo, specie lungo le spiagge. «Nel contempo, è stata condivisa l'opportunità di rafforzare, sulla base di una più intensa azione informativa che coinvolga tutte le forze di polizia, l'attività diretta all'individuazione e alla disarticolazione dell'intera filiera del falso». Occhio vigile anche per quanto riguarda gli eventi e le manifestazioni, pure per prevenire la presenza di rivenditori abusivi.