Stalking reiterato, atti persecutori che sono andati avanti per anni a cui si associano vere e proprie aggressioni consumate, peraltro, anche in Tribunale. Il culmine poi in strada quando la vittima, una giovane di Aprilia, stava andando nuovamente dai carabinieri per sporgere denuncia: lui, 27 anni, la seguiva da tempo e ha tentato di speronare l'auto del padre e, quando è scesa per entrare nella caserma di via Tiberio, ha tentato di investirla finendo contro il cancello del Comando dell'Arma. L'altro giorno il collegio penale del Tribunale di Latina ha condannato ad 8 anni e 3 mesi di reclusione Tiziano Messina, originario della provincia di Roma, per i reati di tentato omicidio e danneggiamento. Alla vittima, rappresentata in aula dall'avvocato Maddalena Di Girolamo, è stata riconosciuta una provvisionale di 20mila euro e il pagamento delle spese processuali.