Al termine di una complessa attività d'indagine, i carabinieri della Stazione Roma Tor de' Cenci hanno arrestato, in esecuzione di misura cautelare di collocamento in comunità, due minorenni, un 15enne e un 16enne, nati in Italia, già conosciuti dalle forze dell'ordine, entrambi domiciliati nel campo nomadi di Castel Romano, che nel mese di giugno scorso avevano commesso una rapina ai danni di una 16enne che viaggiava sull'autobus Cotral in direzione Roma.

I due indagati, nell'occasione, si trovavano a bordo dell'autobus quando, giunti all'altezza della fermata presente in prossimità del campo nomadi, nel momento in cui si aprirono le porte, colpirono al volto la ragazza che era seduta in compagnia della madre, asportandole il telefono cellulare e fuggendo poi in direzione del campo.

I carabinieri della Stazione Roma Tor de' Cenci - afferenti alla Compagnia di Pomezia guidata dal capitano Luca Ciravegna - sono riusciti, al termine di capillari accertamenti, a individuare i due responsabili che sono stati poi riconosciuti anche dalla vittima e dalla madre quali responsabili della rapina.

Gli arrestati sono stati collocati in una comunità della Capitale.

Le indagini dei carabinieri proseguono al fine di accertare la loro eventuale responsabilità nella commissione di analoghi reati compiuti in zona.