Tra poco più di un mese il Procuratore Capo Andrea De Gasperis, 77 anni compiuti lo scorso maggio, di cui otto trascorsi nell'ufficio giudiziario di via Ezio, lascerà l'incarico. Il mandato è in scadenza, come è previsto in questi casi e già da qualche settimana si è aperta la candidatura per la successione. Al suo posto subentrerà nell'immediatezza il collega Carlo Lasperanza che in questo momento è Procuratore Aggiunto e ricoprirà l'incarico di facente funzioni ma non per sempre: il posto infatti dovrà finire al bando e poi in un secondo momento dopo che arriveranno tutte le candidature che saranno valutate sarà assegnato. Per l'attuale Procuratore Capo ci sono due strade: quella di congedarsi dopo una lunga carriera in magistratura e in particolare anche nell'ufficio giudiziario di Roma da dove è arrivato, andando in pensione, oppure potrebbe continuare la sua carriera da magistrato ricoprendo l'incarico di sostituto procuratore sempre nel capoluogo pontino.
Era stata la quinta commissione del Consiglio Superiore della magistratura per l'incarico direttivo in via Ezio nell'aprile del 2010, la presa di possesso era avvenuta alcuni mesi dopo, a seguito della delibera del plenum di Palazzo dei Marescialli. Il posto di Procuratore comunque finirà al bando e saranno presentate le candidature di magistrati che possano avere i requisiti per dirigere l'ufficio giudiziario ma ci vorrà probabilmente il 2019 per avere un quadro della situazione più chiaro. E' tempo di cambiamenti radicali e di avvicendamenti in Procura. Lo scorso luglio ha salutato il pubblico ministero Gregorio Capasso che ora è Procuratore Capo a Tempio Pausania in Sardegna, entro ottobre probabilmente andrà via il pubblico ministero Luigia Spinelli che andrà a Roma sempre in qualità di magistrato inquirente e in servizio alla Procura di Roma. A Latina però arriveranno altri magistrati che andranno a colmare una situazione che con il passare dei mesi potrebbe diventare critica sul fronte della copertura d'organico: dalla Lombardia e dalla Procura di Lodi arriva il sostituto procuratore Valentina Giammaria, 36 anni e poi Andrea D'Angeli, proveniente dal Tribunale di Trani e infine Antonio Sgarrella, proveniente dalla Procura di Trapani. A settembre la situazione sarà più chiara.