«All'inizio ho pensato ad una bomba, eravamo a tavola con la mia famiglia e stavamo per mangiare quando ho sentito un botto fortissimo. Ci siamo fermati e siamo scesi in strada per vedere ed è stato impressionante».
E' questa la testimonianza di una donna che abita in una delle tante case che si affacciano lungo il rettilineo di via Prato Cesarino, a una manciata di metri dal luogo dove si è registrato l'ennesimo incidente. « Siamo abituati, sono anni che continuiamo a chiedere interventi ma niente», in passato erano stati registrati altri incidenti stradali, alcuni anche mortali e sempre lì a due passi da quell'incrocio che ormai è diventato maledetto.