Sarà effettuata nei prossimi giorni, all'ospedale di Tor Vergata (Roma), l'autopsia sul corpo di Nicole, la bambina che avrebbe compiuto nove anni a settembre rimasta vittima di un terribile incidente stradale durante la notte di ieri, 11 agosto 2018.

Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Velletri, infatti, vuole ottenere ogni dettaglio sull'accaduto per definire il fascicolo aperto dopo lo schianto di via dei Frati.

Ricordiamo che, al momento, il padre della piccola - G.M., classe 1979 - è stato denunciato per omicidio stradale, ma deve anche rendere conto di altre evenienze. Infatti, l'uomo si era messo al volante senza patente, visto che gli era stata revocata da quasi dieci anni; poi, viaggiava con l'auto priva di revisione e assicurazione; inoltre, è risultato positivo all'alcoltest, con risultati di poco sopra al consentito. Infine, pare non avesse fatto mettere le cinture alle figlie.

Una situazione molto delicata, dunque, con gli agenti della polizia stradale del posto mobile di Nettuno e della sottosezione di Albano Laziale che stanno continuando a indagare per fare chiarezza sull'accaduto.

Ieri poi, durante tutta la giornata, il luogo dell'incidente è stato visitato da tantissime persone, che hanno anche deposto dei fiori in memoria della piccola Nicole.

Si chiama Nicole la bimba di nove anni che, poco dopo la mezzanotte di oggi - 11 agosto 2018 - ha perso la vita nel terribile incidente stradale registrato in via dei Frati, a Nettuno.

La piccola, estratta senza vita dalle lamiere della Bmw 320 guidata dal padre - G.M., classe 1979 -, era in auto con il genitore e la sorella minore: poi il terribile impatto, con l'auto che ha prima urtato un palo della luce, prima di finire nella cunetta e iniziare una carambola che ha visto il mezzo terminare la sua corsa sottosopra.

L'uomo, trasportato in ospedale con l'altra figlia (che è rimasta ferita alle gambe, ndr - è stato poi denunciato dagli agenti della polizia stradale del posto mobile di Nettuno, che sul posto - per i rilievi di rito - sono stati coadiuvati dai colleghi di Albano Laziale. 

Dovrà rispondere di omicidio stradale. 

Inoltre, è stato appurato che non aveva la patente, poiché gli era stata revocata dal Prefetto dieci anni fa. L'auto, sequestrata, era priva di assicurazione e revisione. Infine, è risultato positivo all'alcoltest. 

Sul posto, oltre alla Polstrada, c'erano anche i vigili del fuoco di Anzio, tre ambulanze e una Volante del commissariato di Anzio.

di: Francesco Marzoli

Sono andati avanti per tutta la notte, a Nettuno, i rilievi del posto mobile di Nettuno della polizia stradale, coordinata dal comandante della Polstrada di Albano, Claudio Marrese, per accertare la dinamica dell'incidente che è costato la vita a una bambina di circa nove anni. 

In particolare, i poliziotti stanno tentando di capire come abbia fatto il padre della bambina, che intanto si trova piantonato in ospedale dagli agenti del commissariato di Anzio in stato di shock, a perdere il controllo della Bmw 320, urtano prima un palo della luce e poi capovolgendosi più volte.

La piccola è rimasta incastrata nell'auto, ma purtroppo è morta sul colpo. 

Salva, ma ferita, la sorella che era con lei in auto insieme al papà. 

Chiaramente, ora l'inchiesta è in mano alla Procura della Repubblica di Velletri. 

di: Francesco Marzoli

Terribile incidente stradale, circa un'ora fa, in via dei Frati, a Nettuno. Un uomo ha perso il controllo della sua Bmw 320 mentre procedeva in direzione Nettuno-Velletri e si è ribaltato più volte. In auto con lui c'erano le due figlie, una delle quali ha perso la vita.

Immediata la chiamata ai soccorsi da parte di alcuni automobilisti, che per primi, seppure sconvolti, hanno soccorso gli occupa ti della Bmw. 

Le ambulanze hanno portato in ospedale papà e figlia: non sarebbero in pericolo di vita.

Per l'altra bimba, invece, non c'è stato nulla da fare. 

Sul posto anche i vigili del fuoco e la polizia stradale del posto mobile di Nettuno. 

di: La Redazione