Questa mattina in Tribunale a Latina davanti al giudice per l'udienza preliminare Giorgia Castriota si svolgerà l'udienza preliminare dell'operazione Olimpia condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina, dal pubblico ministero Giuseppe Miliano con le misure cautelari firmate dal gip Mara Mattioli.  Gli investigatori avevano contestato a vario titolo agli indagati anche il vincolo associativo, una parte delle accuse si sono arenate in sede di Tribunale del Riesame che aveva sradicato una parte del castello accusatorio, un'altra parte invece aveva retto in pieno. In aula questa mattina sarà presente anche il Comune di Latina, rappresentato dall'avvocato Cinzia Mentullo che vuole costituirsi parte civile nel processo.  Sono 37 gli imputati accusati oltre che di reati di natura urbanistica tra cui anche la variante per via Piave, anche del vincolo associativo relativo invece ai rapporti tra la vecchia amministrazione comunale e l'Unione Sportiva Latina Calcio.  In un primo momento le persone finite sul registro del magistrato inquirente erano state molte di più e alla fine per alcuni era arrivata anche l'archiviazione. Questa mattina quasi di sicuro saranno calendarizzate le udienze e poi con ogni probabilità qualcuno degli indagati presenterà richieste di eventuali riti alternativi tra cui il giudizio abbreviato.  Dopo gli arresti scattati a metà novembre del 2016 poche settimane dopo i giudici del Tribunale del Riesame avevano stravolto buona parte dell'impianto accusatorio annullando anche le misure restrittive sia per gli indagati che erano finiti in carcere e sia invece per chi era agli arresti domiciliari.